L'ODNI implementa nuove misure di sicurezza in conformità con l'Ordine Esecutivo 14086.

La decisione di adeguatezza e il suo significato per le aziende: L'ODNI implementa nuove misure di sicurezza in base all'Ordine Esecutivo 14086

3 luglio 2023 - L'Ufficio del Direttore dell'Intelligence Nazionale (ODNI), in collaborazione con i membri della Comunità dell'Intelligence (IC), ha reso note oggi le politiche e le procedure dell'IC per l'attuazione delle salvaguardie sulla privacy e sulle libertà civili stabilite nell'Ordine Esecutivo 14086, "Rafforzamento delle salvaguardie per le attività di intelligence degli Stati Uniti".

Quando il Presidente Joe Biden ha firmato l'Ordine Esecutivo (EO) 14086, la Casa Bianca ha sottolineato che l'Ordine Esecutivo "indica le misure che gli Stati Uniti adotteranno per attuare gli impegni assunti dagli Stati Uniti nell'ambito del Quadro sulla Privacy tra Unione Europea e Stati Uniti (EU-US DPF)". La EO 14086 non solo rafforza le protezioni esistenti in materia di privacy e libertà civili nel contesto delle attività di intelligence, ma le amplia in modo significativo. Essa stabilisce che le attività di intelligence "devono rispettare la privacy e le libertà civili di tutti gli individui, indipendentemente dalla loro nazionalità o dal loro Paese di residenza" e "devono essere condotte solo se necessarie per portare avanti una priorità di intelligence convalidata e solo nella misura e in modo proporzionato a tale priorità".

La pubblicazione odierna da parte dell'ODNI rappresenta un'importante pietra miliare nell'attuazione di questi requisiti e obblighi. Esse sono il risultato di consultazioni con il Procuratore generale, il responsabile della protezione delle libertà civili (CLPO) dell'ODNI e il Comitato per la privacy e le libertà civili. Ogni serie di procedure è adattata ai poteri, ai doveri e alle responsabilità specifiche dei rispettivi elementi del CI.

**L'importanza per le aziende e il ruolo della decisione di adeguatezza**

Questi progressi sono particolarmente importanti per le aziende che trasferiscono dati personali tra l'UE e gli USA. L'aumento delle norme sulla protezione dei dati e delle libertà civili, in particolare nel contesto delle attività di intelligence, sottolinea l'impegno degli Stati Uniti nella protezione dei dati personali e potrebbe aumentare la fiducia nei trasferimenti transfrontalieri di dati.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e l'ODNI hanno annunciato l'adempimento degli impegni assunti con l'EO del Presidente Biden in merito al quadro di protezione dei dati UE-USA. Secondo il Segretario al Commercio Gina Raimondo, il Dipartimento di Giustizia ha designato gli Stati membri dell'UE, l'Islanda, il Liechtenstein e la Norvegia come "Paesi qualificati" i cui cittadini potranno ricorrere al Tribunale di revisione dello scudo per la privacy proposto, ricevendo al contempo maggiori diritti di privacy dagli Stati Uniti. Queste classificazioni entreranno in vigore non appena la Commissione europea avrà finalizzato la sua decisione di adeguatezza con gli Stati Uniti.

Alla luce di questi sviluppi, le aziende dovrebbero esaminare attentamente i nuovi regolamenti e prepararsi ad apportare eventuali modifiche alle loro pratiche di protezione dei dati. Questo passo rappresenta un'altra pietra miliare negli sforzi per armonizzare gli standard di protezione dei dati e garantire la libera circolazione dei dati attraverso l'Atlantico.

Condividi questo post :

Categorie più popolari

Newsletter

Ricevete consigli e risorse gratuite direttamente nella vostra casella di posta, insieme ad oltre 10.000 altre persone
it_ITItalian